La semina del prato a Ottobre: tutto quello che c’è da sapere

0

Alcuni sono convinti che ottobre e l’inizio dell’autunno sia un periodo in cui il giardino non deve esser curato. Di seguito, invece, si scopre che ottobre è il periodo migliore per la semina e la cura del prato, a patto di conoscere i fondamentali.

Semine in ottobre: perché ne vale la pena

Diverse persone sono convinte che andando verso il periodo invernale con temperature più fredde e ore di luce ridotte, non sia possibile seminare il prato e rinfoltirlo, ma non c’è errore più grande. Sono proprio le semine autunnali, più di quelle primaverili, ad assicurare un manto erboso rigoglioso. Con le giuste indicazioni, è possibile seminare e fare risemine anche nel mese di ottobre, difatti. Con temperature che si aggirano attorno ai 15° C di giorno e 8° C di notte, si può tranquillamente seminare il prato di casa.

Inoltre, è addirittura dannoso lasciare il prato diradato dopo il calore estivo che ha bruciato i fili d’erba, poiché si espone il giardino all’arrivo d’infestanti, notoriamente difficilissimi da togliere. Se il prato viene lasciato brullo con chiazze scoperte, è molto facile che venga aggredito da erbacce e infestanti. Nessuno ha intenzione di mettersi a lottare con gli infestanti usando diserbante, con il diserbo manuale e anche con coperture perciò meglio seminare preventivamente l’area.

La scelta delle sementi

Insomma, ottobre è il mese perfetto per seminare oppure per rinfoltire il prato di casa, ma occorre scegliere con grande attenzione le sementi per prato. Tra le specie che meglio germogliano con temperature minori; un bel miscuglio per prato potrebbe essere a base di loietti perenni e festuca arundinacea. Vale la pena scegliere un prodotto ad alta purezza, almeno 98%, e ad alta germinazione, almeno 90%. Le sementi fresche, inoltre, germogliano più velocemente perciò sono preferibili.

Come seminare il prato: preparazione, concimazione e irrigazione

Una volta scelte le sementi in base alle necessità, arriva il momento di preparare il fondo, cosiddetto letto di semina, al fine di favorire una migliore germinazione. È meglio stendere un terriccio con una parte di sabbia mescolato con micorizze. Quest’ultime hanno il compito di aiutare i fili a radicare e insediarsi nel giro di 4 settimane.

Durante la stagione autunnale, sarebbe consigliabile non coprire le sementi. Dopo aver distribuito le sementi per il prato, bisogna comunque passare con un rullo per farle affondare. In particolare quando si tratta di una risemina, un ruolo molto importante lo riveste la concimazione. Per rendere il prato vigoroso e rigoglioso, ci vuole un concime ricco di fosforo poiché migliora la radicazione dei giovani fili d’erba. Il concime va messo dopo la rullatura dei semi.

Altro aspetto fondamentale per seminare il prato in ottobre riguarda l’irrigazione. Proprio come in primavera, il terreno deve sempre essere umido. Se il terreno si asciuga, il processo di germinazione si blocca e le sementi non crescono. L’ideale sarebbe irrigare poco con un irrigatore a doccia più volte al giorno.



CONDIVIDI